PE, Uncategorized

Trovare la barca giusta –> FATTO !!!

 

Oggi un altro importante tassello e’ andato al suo posto: abbiamo trovato la barca! Dopo 9 mesi di ricerche estenuanti abbiamo la firma sul contratto da parte del venditore!

Che poi la cosa pazzesca e’ che praticamente siamo andati a prendere la PRIMA barca che abbiamo provato a Giugno dell’anno scorso…ma come siamo arrivati a questo punto?

Beh, ci sarebbe da scrivere un libro ad-hoc sulla ricerca della “barca perfetta” (che poi, per l’appunto, non esiste…), ma per farla breve questi erano i nostri key-requirements:

  • Barca con layout armatoriale (grande cabina a prua e due cabine a poppa piu’ 2 posti letto in dinette
  • Niente charter business all’attivo
  • Manutenzione puntuale e possibilmente “maniacale”
  • Non troppo vetusta (max 10-15 anni) ma neanche troppo nuova (altrimenti troppo costosa)
  • Ore motore non eccessive
  • Dimensioni adeguate per stare comodi un anno a bordo e per poter ospitare amici e parenti (dai 45 ai 50 piedi)
  • Grande pozzetto a poppa (non centrale)

Requisiti non in dispensabili:

  • Disponibile in Italia e vicino a Roma
  • Equipaggiamenti importanti gia’ installati (pannelli solari, generatore, dissalatore)
  • Buon set di vele a corredo, con randa steccata non avvolgibile
  • …bella !

Inutile dire che da Giugno dell’anno scorso abbiamo passato ore e ore a cercare tramite internet barche che soddisfassero tutti i criteri, ma la cosa si e’ rivelata più impegnativa del previsto. Da solo, e qualche volta con Paolina e le bimbe, sono andato a vedere barche in Toscana, nel Lazio, in Campania, in Puglia e anche in Sicilia! Qualche volta ci siamo andati molto vicini, ma per un motivo od un altro non siamo mai stati convinti al 100% rispetto a quello che cercavamo.

Solo in un’occasione abbiamo fatto un’offerta che pero’ non e’ stata accettata perche’ ritenuta insoddisfacente, e ci e’ dispiaciuto tantissimo perche’ la barca era fantastica (Oceanis 45 del 2012 con pannelli, dissalatore, buone vele etc…). Con il senno di poi, e dopo aver visto parecchie barche, probabilmente avremmo fatto bene ad alzare l’offerta, ma ancora non avevamo alle spalle mesi e mesi di ricerche, per cui sul momento non ci e’ parso quel grande affare dal punto di vista economico…

Quello che abbiamo capito in questi lunghi mesi di ricerche e’ che per assicurarsi una barca che e’ stata amata, curata e manutenuta bene bisogna mettersi l’anima in pace, aprire il portafoglio e sborsare di piu’ rispetto al valore medio di mercato della stessa barca.

Ma veniamo al sodo: quale barca abbiamo preso alla fine?

E’ un Jeanneau Sun Odyssey 49i del 2011, armatoriale, ottimamente attrezzata e mantenuta in modo maniacale. Non nego che il fattore determinante che ci ha portato a spendere di piu’ rispetto a quello che “idealmente” avremmo voluto, e stato il fatto che il nostro caro amico Pierpaolo conosceva questa barca fin nei minimi dettagli avendoci navigato per piu’ di 5000 miglia tra Italia e Grecia, e non ha fatto altro che raccomandarcela per tutti questi mesi…e noi abbiamo tergiversato perche’ speravamo di trovare di meglio a meno. Invece non e’ stato cosi’, e oggi siamo ultra-felici alla fine di questa storia di poter contare su LALLONA (questo il suo nome al momento) per il nostro progetto.

Quindi credo che stasera sara’ il caso di aprire una bella bottiglia di Prosecco e festeggiare questo importante step:

  • Trovare la barca giusta –> FATTO !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *